mercoledì 8 luglio 2009

Il giorno dopo

C'era un qualcosa di terribilmente macabro nel vedere tutta quella gente che urlava felice per avere vinto i biglietti della cerimonia funebre di Michael Jackson, nel vedere lo show fastoso che è stato organizzato. Ma ad essere sincera il tutto era strardinariamente affascinante: un grande spettacolo in cui hanno sfilato e si sono esibite grandi star del nostro tempo, sembrava di assistere ad una cerimonia di consegna di qualche premio celebre, peccato che la bara e le lacrime addolorate della figlia facessero di tanto in tanto ritornare alla triste realtà di tutto questo, un funerale.
Io ci ho visto solo un grande evento mediatico, un mezzo per tanti vip di farsi pubblicità, non una cerimonia funebre. Ho visto tanta falsità e poche persone sinceramente addolorate. Non so, sarà che io il dolore, quello vero, che ti distrugge e dal quale a fatica riesci a rialzarti, preferisco viverlo nella più profonda intimità, attorniata solo da pochissime e selezionate persone care. Queste cerimonie fastose, questa isteria collettiva, le ho viste sempre con un po' di diffidenza.

5 commenti:

  1. Era una macchina da soldi da vivo e qualcuno lo sta facendo diventare una macchina da soldi anche da morto.

    O.T. Adoro Eddie Vedder ottima scelta :-)

    RispondiElimina
  2. Concordo. La verità è che ha lasciato tanto artisticamente, meno "economicamente" ed il suo staff ha sicuramente pensato di metterci una piccola toppa organizzando questo evento. Ok che in America è tutto un po' "diverso" ma a me hanno insegnato che i funerali sono un'altra cosa!

    RispondiElimina
  3. Stanno solo sfruttando la sua immagine. Chissà per quanto ancora ci marceranno sopra.

    RispondiElimina
  4. E' stata una cerimonia un po' troppo lenta e sbilanciata a celebrare la sua famiglia.
    Che non è mai stata unita e che invece dal ritratto fatto nella serata, è apparsa, al contrario, unitissima. :-O

    A presto! :-)

    RispondiElimina
  5. non sei l'unica..
    purtroppo ci sono queste manifestazioni pubbliche perchè sanno che portano grossi introiti..e a questo punto non c'è più la distinzione tra funerale e concerto..

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails