giovedì 4 febbraio 2010

Avatar

Finora se ne è parlato fin troppo, lo so. Ma non posso fare a meno di scrivere questo post. Perché ho trovato l’ultimo film di James Cameron assolutamente geniale. Non amo molto la fantascienza e temevo che questa fosse l’ennesima americanata. Ma mi sbagliavo. Difficile parlare di queto film senza ripetere cose che sono già state dette : scenografia fantastica, tutto è curato nei minimi particolari, storia avvincente. Ma Avatar non è solo questo. James Cameron ha saputo affrontare due temi spinosi come la progressiva distruzione della Terra da parte dell’uomo e l’allontanamento degli indigeni dalle proprie terre d’origine (ricorda la storia degli indiani d’America) in maniera affatto superficiale e soprattutto originale. Cosa non affatto facile dal momento che si tratta di due temi che ci sono già stati proposti in tutte le salse possibili e immaginabili dal cinema. Il rischio di cadere nel banale era alto e questo James Cameron lo sapeva tant’è che ha lavorato 10 anni su questa pellicola prima di farla uscire nelle sale. Fantascienza, temi attualissimi (la distruzione della natura), una storia d’amore, un lieto fine : un mix perfetto che consentirà ad Avatar di rimanere nella storia. E il 3D, permettendo allo spettatore quasi di « entrare » nel film, amplifica ancora tutto questo. Insomma, se non fate ancora parte di quei milioni di persone nel mondo che hanno visto Avatar, vi consiglio di correre al cinema e di vedervelo in 3D.

3 commenti:

  1. Vedrò di trovare il tempo, la voglia me l'ha data questo post. E' un vero e proprio spot, complimenti ;-)

    RispondiElimina
  2. @ chit: eh eh! E giuro che Cameron non mi ha pagata neanche un centesimo :)

    RispondiElimina
  3. A me spaventano troppo le tre ore di film.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails